Non dire gatto se non ce l’hai sul fuso

Il Filo da Torcere non si ferma davanti a nulla e coglie sempre l’occasione per sperimentare nuovi mondi. Per noi la nuova frontiera della filatura “estrema” si chiama pelo di gatto, o forse è più invitante chiamarlo ‘lana di gatto’. Sì sì, avete capito proprio bene.

Tutto cominciò quando una persona ci chiese di provare a trasformare un sacchetto intero del pelo dei suoi gatti in gomitoli: si tratta del sottopelo che viene via naturalmente dagli amici felini tramite spazzolatura, quindi una pratica quotidiana e totalmente indolore. Ammetto che subito l’idea non ci ha intrigate più di tanto, ma dopo una rapida prova di filatura col fuso abbiamo concluso che tuttavia non è così male.

Certo, la lana di gatto non è proprio l’ideale per chi ne è allergico o per chi prova una repulsione di fronte al pelo animale, ma per tutti gli altri si tratta di una fibra incredibilmente morbida, caldissima e piacevole al tatto; non presenta inoltre nessun odore “selvatico”, perché i gatti sono  animali notoriamente puliti.

Il sottopelo che stiamo filando noi è un mix di colori: beige, nocciola e grigio (ma non so a quale razza di gatti appartengano). Pensavamo che la fibra fosse troppo corta e scivolosa, tanto da doverci aggiungere una lana più “robusta” per fare “corpo”: invece, con un po’ di attenzione e con un fuso leggero, si riesce a filarla benissimo. Quindi, amici e amiche dei gatti (e del fuso) sappiate una cosa: filare la lana del vostro gatto, e creare oggetti unici e speciali, SI PUO’ FARE! Se siete ancora scettici, guardate il risultato qui sotto…

DSCF2547

DSCF2544

p.s.: non temete, per i cinofili abbiamo in cantiere anche la filatura della ‘lana di cane’!

Francesca

Annunci

~ di Il filo da torcere su 22 dicembre 2012.

7 Risposte to “Non dire gatto se non ce l’hai sul fuso”

  1. hehe, complimenti per questo nuovo esperimento!
    io ho molti cani ed ho già dato un po’ di pelo ad una mia amica che ne ha già ricavato un gomitolo (anzi due… uno di pelo di cane lupo cecoslovacco e l’altro di pelo di borzoi)… sono curiosa di vedere anche il vosto. 🙂

  2. Come concorderai, è bello sperimentare! Teniamoci aggiornate…! 🙂

    Francesca

    • ecco la foto (si trova sul gruppo Facebook Tramando e Ordendo), oggi ho consegnato nuovo materiale alla mia amica (spero che prima o poi insegni anche a me)… 🙂

      • Ah sì, avevo visto la foto sul gruppo di FB! Hai detto che un gomitolo è di lupo cecoslovacco e uno di borzoi (adoro il borzoi!!)…? Noi abbiamo tentato con altre razze di cane, però ancora non possiamo postare i risultati sul blog. Abbi fiducia! 🙂

        Francesca

      • esatto, lupo cecoslovacco e borzoi (a dir la verità 3 borzoi… ma hanno tutte e tre più o meno la stessa colorazione – 2 bianche e rosse e una bianca e crema), e mi ha anche chiesto il pelo del mio maine coon nero…vedremo. Sono molto curiosa di vedere i vostri esperimenti… che razze avete usato?
        ps, anch’io adoro i borzoi… ne ho 3 ma vorrei sul serio avere spazio per un maschio… 😉
        marina

      • Stiamo provando con wolfspitz e leonberger! 😀

        Francesca

      • Oooooh, che bello! In effetti, sono due mantelli molto lanosi, dovrebbe funzionare bene! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: